CAPODIMONTE CIVIC Comune di Capodimonte

webcam a Capodimonte

RESOCONTO CONSIGLIO COMUNALE DEL 21 MAGGIO 2013

CARI AMICI

QUESTI I DATI SALIENTI DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 21 MAGGIO ultimo scorso

LA MINORANZA HA NUOVAMENTE ILLUSTRATO DETTAGLIATAMENTE E SPECIFICATAMENTE LE PROPRIE RAGIONI IN MERITO AI VARI ARGOMENTI IN TRATTAZIONE ED ANCHE IN
RELAZIONE AGLI EVENTI OCCORSI AL PRECEDENTE CONSIGLIO DEL 30 APRILE 2013:

INNAZITUTTO LA MINORANZA HA LETTO E DEPOSITATO AGLI ATTI DEL CONSIGLIO COMUNALE LA SEGUENTE DICHIARAZIONE:
In riferimento al precedente Consiglio comunale questo gruppo ritiene di evidenziare “la grande capacità” di alcuni membri di questa Maggioranza di far passare come “eretiche” le posizioni e i pensieri della Minoranza, anche scrivendo cose al limite di querela, basate su attacchi addirittura personali e non invece, come dovrebbe essere, di confronto e condivisione in questo Consiglio. Ci riferiamo alla recente Vostra risposta sul nostro sito e sul corriere di Viterbo ad una Nostra nota assolutamente non offensiva ma concernente solo la politica adottata in generale da questa amministrazione. Non crediamo che soltanto la maggioranza possa “raccontare le cose come stanno”, crediamo che tutti possano disporre di libertà di pensiero e quindi ci opponiamo duramente a questo modo di operare e di evitare critiche. D'altronde i suggerimenti e/o critiche che la Minoranza esercita soprattutto in Consiglio non costituiscono una minaccia ma sono totalmente normali in una democrazia, tanto più che quasi sempre, per non dire sempre, sono poggiate su basi valide e veritiere. Portiamo l'esempio del Rendiconto di bilancio nel quale le lacune riguardanti la documentazione suscitavano dubbi circa la legittimità dello stesso e del Regolamento per i residenti sul quale erano presenti inesattezze e sicuramente numerosi aspetti da modificare: un Regolamento nel quale non sono stati coinvolti incomprensibilmente tutti i membri della Minoranza e quindi difettando di rispetto, tanto più che inspiegabilmente non è stato avvertito un consigliere che professionalmente poteva rendersi utile, come dimostra il fatto che a seguito della sua critica alcune frasi nella stesura di oggi sono state rettificate. Secondo noi il confronto e la condivisione dovrebbe essere totale, tanto più che la democrazia è simile ad un delicatissimo strumento che rimane in precario equilibrio: se non funziona la Minoranza il meccanismo si guasta e la democrazia perde valore. Compito della Maggioranza è quello di governare e compito della Minoranza è quello di controllare, di manifestare eventuali errori o difetti, proprio per garantire quel “buon governo” che Ambrogio Lorenzetti affrescò nel XIV secolo nel palazzo pubblico di Siena, con l'intento di chiarire che solo se l'amministrazione della cosa pubblica avviene su principi democratici il popolo trae beneficio dal governo pubblico!

A- REGOLAMENTO PARCHEGGI

-spiegazione e definitivo chiarimento sulle effettive procedure da seguire per quanto riguarda la documentazione allegata ai consigli comunali, secondo quanto previsto nello statuto comunale vigente, ossia che i consiglieri  possono avere copia dei documenti inerenti gli ordini del giorno almeno il  giorno precedente entro le ore 10 e nulla può essere loro contestato se la  maggioranza poi porta in consiglio un regolamento palesemente modificato  screditando, oltretutto (vedi commento della maggioranza su nostro articolo)  la stessa minoranza agli occhi dei cittadini, facendo credere loro che le  modifiche apportate bastava leggere!!! Si ma dove?????

-lettura specifica in aula consiliare di tutti i riferimenti normativi al  regolamento dei parcheggi (codice della strada, regolamento codice strada,  direttive ministeriali, pareri ministeriali e riviste specializzate nazionali) cosi come indicato nello stesso regolamento, per mettere la parola FINE in merito alle  inesattezze presenti sulla bozza presentata precedentemente.

In particolare sono state accettate le nostre richieste riguardanti:

1.colorazioni delle strisce orizzontali per i parcheggi dei residenti. EBBENE  LE STRISCE NON POSSONO ESSERE DI COLORE GIALLO!!! Dovranno essere  apportate le dovute correzioni al regolamento portato in aula dove ancora si  leggeva la parola giallo.

2.eliminazione del limite di 3 anni di validità' per i nuovi  tagliandini per residenti (come già' avvenuto durante il consiglio precedente del 30 aprile scorso e come fin da subito sostenuto da esponenti della minoranza in sede di incontro di cortesia propedeutico, con n.1 solo esponente della maggioranza e non invece come falsamente indicato "per  opportunismo politico").

3.eliminazione del limite di Max di n.2 tagliandini per nucleo familiare, come già' avvenuto durante il precedente consiglio comunale del 30 aprile scorso.

4.inserimento del n. di targa dell'autoveicolo sui tagliandini  da rilasciare e ulteriore documentazione in relazione a tipologie particolari di richiedenti.

5. inserimento in allegato al suddetto regolamento della  modulistica specifica per la richiesta.

6.correzione di riferimento articolo codice strada errato su regolamento portato in aula.

7. specificazione del numero e individuazione sul territorio (con idonea planimetria) dei parcheggi per residenti in allegato al regolamento.

8.abbiamo altresi richiesto tutto ciò che riguarda le modalità di rilascio (tempistica ecc).

9.altro ancora come agli atti del consiglio...

- CHIARIMENTO in merito alla idea politica in seno alla minoranza in relazione alla problematica parcheggi per residenti.    Pienamente d'accordo al ritiro dei tagliandini ormai in esubero ma senza alcun aggravio economico per i residenti e senza limite di validità', soprattutto in considerazione della grave situazione di crisi economica in atto ed anche quale segnale di principio. Semmai, a nostro parere, la situazione doveva essere affrontata in maniera globale, dando la possibilità' ai residenti di potere parcheggiare in qualsiasi stallo presente sul territorio (anche quelli blu per intenderci). Ci è' stato risposto che non era possibile perché' ancora in corso di validità' il contratto di appalto dei parcheggi blu a pagamento fino a settembre 2013. Ciò' corrisponde a verità, ma il suddetto appalto e' pur stato deciso da questa maggioranza meno di due anni fa e quindi ci si poteva pensare prima, visto che il problema degli esuberi dei tagliandini e' noto fin dall'insediamento di questa amministrazione nel 2009. In alternativa si poteva provare a trattare con la ditta appaltatrice la possibilità' di concordare un idoneo accordo in tal senso, ma nulla di tutto ciò è stato fatto o voluto fare!!!

- richiesta di indicazione nel regolamento delle tariffe relative alle varie categorie di parcheggi, cosi come già avvenuto durante il precedente consiglio, ma senza alcuna accettazione vista la chiara indicazione all'art.6 che "l'importo è definito con deliberazione della Giunta Municipale". Anche in questo caso questa maggioranza ce l'ha messa tutta nel far credere ai cittadini di capodimonte che tale procedura fosse un obbligo, scrivendo tra l'altro in un articolo, che le suddette tariffe "debbono essere approvate con atto di giunta successivo all'approvazione del regolamento per specifiche competenze degli organi comunali". EBBENE A NOSTRA DOMANDA DIRETTA IN TAL SENSO SIA ALLA SEGRETARIA DURANTE IL PRECEDENTE CONSIGLIO, SIA AL SEGRETARIO PRESENTE A QUESTO CONSIGLIO, ENTRAMBI I FUNZIONARI HANNO CONCORDATO TRA LORO NEL DIRE CHE NON C'E' ALCUN OBBLIGO DI LEGGE NEL PROCEDERE CON UNA APPROVAZIONE DI GIUNTA DELLE TARIFFE MA SOLTANTO UNA POSSIBILITA' NEL PRINCIPIO CHE QUALUNQUE ATTO APPROVABILE IN GIUNTA, A MAGGIOR RAGIONE PUO' ESSERE ANCHE APPROVATO IN CONSIGLIO, COSI COME DA NOI SEMPRE SOSTENUTO.

ANCHE SE ACCETTATE TUTTE LE NOSTRE RICHIESTE, NOI TUTTI DELLA MINORANZA (con l'accordo anche degli assenti per improrogabili motivi di lavoro) INSIEME AD UN ELEMENTO DELLA MAGGIORANZA (ma crediamo che anche l'altro elemento della maggioranza assente avrebbe concordato) ABBIAMO VOTATO NO...  IN CONSIDERAZIONE DI MANCANZA DI TRASPARENZA IN MERITO ALLA INDICAZIONE DELLE TARIFFE NEL REGOLAMENTO.

CARI CITTADINI ATTENDIAMO ORA DI VERIFICARE QUANDO E COME QUESTA GIUNTA (tra l'altro neanche completa!!!) VORRA' DELIBERARE IN MERITO AI CORRISPETTIVI, IL TUTTO ENTRO IL 10 GIUGNO 2013, TERMINE DI ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO REGOLAMENTO.

B- RISPOSTE VERBALI IMMEDIATE DA PARTE DELLA MAGGIORANZA ALLE NOSTRE RICHIESTE:
- apprendiamo che il tanto atteso DEARSENIFICATORE entrerà in funzione entro giugno 2014, intanto continuiamo a pagare bollette salate per acqua non potabile....

- apprendiamo che il COBALB che gestisce il nostro collettore fognario lacuale versa in brutte acque, per cui mancano fondi per fare manutenzione alle pompe con il rischio giornaliero di sversamenti lacuali e che
probabilmente per potere ottenere i finanziamenti regionali promessi bisognerà entrare a far parte a tutti gli effetti di TALETE con probabili aggravi e spese per i contribuenti.

- il sindaco ci dice che entro fine estate 2013 avremo la risposta dalla regione lazio in relazione alla cessione dell'immobile comunale ex-pescicoltura sito al "Cantone". Peccato che anche l'anno scorso in occasione di altro consiglio di fine estate ci era stato promesso che la risposta sarebbe arrivata entro ottobre 2012 ed anzi c'era stata data la notizia che poteva esservi poi ricavato all'interno un bagno pubblico e la conseguente possibilità di posizionare il manufatto prefabbricato posto all'esterno in altro luogo.

- per quanto riguarda le lottizzazioni ci dicono che la lottizzazione S. Antonio è sostanzialmente pronta per essere presa in carico dal comune entro fine maggio 2013. Ricordiamo che la convenzione scade anche qualche giorno prima di fine maggio 2013 quindi speriamo che entro la data promessa sia effettivamente fatta la stipula notarile per il trasferimento delle aree pubbliche al comune. Per la lottizzazione Il Pratino sembra che il problema burocratico si sia risolto e quindi entro l'estate 2013 dovrebbe essere chiusa anche questa....

la minoranza

Data creazione originale: 

Sabato, 25 Maggio, 2013

Tags: 

Commenti

lottizzazioni

Come si può investire in un immobile a capodimonte? voi credete che l'edilizia nel nostro paese possa continuare con i ritmi tenuti fino ad ora? sicuramente no!!.
Chi ha gestito e sta gestendo la comunità capodimontana non ha fatto altro che scoraggiare con ogni mezzo e con determinazione ogni persona intenzionata ad acquistare un immobile nel nostro paese. Chi verrà ad investire a capodimonte se le aliquote IMU sono tra le più alte d'italia, che l'acqua che si beve nel periodo di permanenza costa il doppio del prezzo della benzina e risulta non potabile, però in compenso il tagliandino del parcheggio rilasciato a questo incosciente investitore costerà 1/3 in più di quello rilasciato al residente. A questo sventurato e incosciente investitore converrebbe acquistare in un paese vicino investendo meno della metà per un immobile di pari pregio e recarsi al bel paesello lacustre senza farsi spennare da chi legifera pensando che Capodimonte sia Capri o Forte dei marmi.
La politica del buon amministratore dovrebbe essere quella di incoraggiare gli investitori, detassando e non rincarando agevolando e non scoraggiando. Il turista che porta danaro ed economia è quello che acquista immobili, è quello che costruisce alberghi è quello che tiene la barca nel porto per tre mesi e non quello che mangia sotto i pioppi portandosi il panino da casa lavandosi i piedi nelle fontanelle intasandole. A capodimonte si diventa amministratori promettendo la manutenzione delle strade di campagna, poi ci si ritrova a dover decidere l'economia e il futuro di un paese che aspetta da anni di decollare come paese turistico e invece chi si è proposto arranca e continua a pensare alle polverose strade dell'use, pensando di far cassa tassando a tastoni chi per affetto o per passione acquista un immobile a Capodimonte.

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
Inserisci la risposta