CAPODIMONTE CIVIC Comune di Capodimonte

webcam a Capodimonte

NORME PER LA COMBUSTIONE RESIDUI VEGETALI

E' STATA PUBLICATA ALL'ALBO PRETORIO ONLINE UNA IMPORTANTE ORDINANZA, LA N.75/2013 "norme combustione residui vegetali e di potatura derivante da attività agricola" (caricata anche sul nostro sito alla sezione ORDINANZE) IN CUI VENGONO CHIARITE LE MODALITA' AMMESSE PER LA COMBUSTIONE DEI RESIDUI VEGETALI E DI POTATURA DERIVANTE DA ATTIVITA' AGRICOLA, di seguito le linee principali:

 

Per un periodo di 6 (sei) mesi dalla presente, in deroga all’impiego dei residui agricoli ai sensi dell’art. 185 del D.Lgs 152/2006, di consentire la combustione, sul luogo di produzione dei soli residui vegetali e residui di potatura provenienti da attività agricola alle seguenti condizioni a tutela 
della salute e dell’ambiente: 
 
- la combustione deve essere effettuata sul luogo di produzione; 
 
- durante tutte le fasi dell’attività e fino all’avvenuto spegnimento del fuoco deve essere assicurata costante vigilanza da parte del produttore o del conduttore del fondo o di persona di sua fiducia ed è vietato abbandonare la zona fino alla completa estinzione di focolai e braci; 
 
- la combustione deve essere effettuata in cumuli di dimensione limitata avendo cura di isolare l’intera zona da bruciare tramite una fascia libera da residui vegetali e di limitare l’altezza ed il fronte dell’abbuciamento; 
 
- la combustione deve avvenire ad almeno 100 metri da edifici di terzi 
 
- possono essere destinati alla combustione all’aperto al massimo 5 metri steri al giorno di scarti agricoli provenienti dai fondi in cui sono stati prodotti 
 
- L’operazione deve svolgersi nelle giornate in assenza di vento e preferibilmente umide ed il fuoco deve estinguersi non oltre le ore 11:00 antimeridiane, oppure deve accendersi dopo le ore 17:00. Il terreno su cui si esegue l'abbruciamento deve essere circoscritto ed isolato con 
mezzi efficaci ad evitare l’insorgere ed il propagarsi del fuoco, in particolare deve realizzarsi una fascia di larghezza non inferiore a 5 metri priva di vegetazione 
 
- Nelle fasce adiacenti ad autostrade, ferrovie e grandi vie di comunicazione, entro una fascia di 100 metri, non possono accendersi fuochi anche nei fine settimana dei periodi considerati 
a rischio di incendio. 
 
- Nelle aree agricole adiacenti ai boschi o ubicate ad una distanza inferiore a 200 metri dagli stessi, gli interessati devono realizzare una fascia parafuoco di larghezza non inferiore a 5 metri, priva di vegetazione, 
 
 
Rimane vietata la combustione di materiali o sostante diversi dagli scarti vegetali indicati nella presente ordinanza  
E’ consentito l’accumulo per una naturale trasformazione in compost o la triturazione in loco per la stessa finalità.

 

PER EVENTUALI CHIARIMENTI POTREMMO CHIEDERE DELUCIDAZIONI DIRETTAMENTE AL CONSIGLIO COMUNALE P.V.

La Minoranza 

 

Data creazione originale: 

Venerdì, 25 Ottobre, 2013

Tags: 

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
Inserisci la risposta